Artisti

Bebo Storti

Alberto (detto Bebo) Storti è nato a Carrara, ma si trasferisce giovanissimo a Milano, dove diventa attore teatrale e cinematografico, sia comico che drammatico. Ha trovato il vero successo in televisione in programmi come Su la testa!, Mai dire Gol, Zelig.
In TV ha presentato personaggi divertentissimi di sua diabolica invenzione, come Alfio Muschio, Thomas Prostata e Adelmo Stecchetti permeati di pensieri, costumi e sogni degli uomini contemporanei, cogliendo con razionalità, satira e umorismo persino la vita di personaggi viventi come Sandro Bondi. Tra i suoi numerosi personaggi, su tutti spicca certamente l’aristocratico Conte Uguccione, vestito con abiti settecenteschi.

Attore dello storico gruppo teatrale Comedians di Gabriele Salvatores, lavora sotto la sua regia presso il Teatro dell’Elfo, collaborando poi con Paolo Rossi in Le visioni di Mortimer e L’opera da due lire. Debutta cinematograficamente grazie a Salvatores che lo dirigerà in Kamikazen ultima notte a Milano (1987); la collaborazione proseguirà poi in numerosi film: Nirvana (1997), Amnèsia (2002) e il giallo Quo Vadis, Baby? (2005).

La sua carriera cinematografica continua, recitando nel noir La cura del gorilla (2006) con Ernest Borgnine, passando ancora al teatro e al piccolo schermo in programmi come Stiamo lavorando per noi (2007) e telefilm come Quo Vadis, Baby? (2008). Nel 2008 fra parte del cast del corale Si può fare, mentre l’anno successivo è al fianco di Raoul Bova e Claudio Santamaria in Aspettando il sole. Nel 2012 viene scelto per partecipare alla commedia Ti stimo fratello, nel 2013 nel thriller Cha cha cha di Marco Risi e nella commedia di Massimo Venier Aspirante vedovo, nel 2014 in La nostra Terra con Stefano Accorsi e Sergio Rubini e ne Il Capitale Umano di Paolo Virzì, nel 2015 in Le leggi del desiderio e in Ho ucciso Napoleone.

Da tempo è impegnato in spettacoli di forte impegno civile (ricordiamo per esempio Mai Morti e La Nave Fantasma, firmati con Renato Sarti). In Suicidi? si unisce a Fabrizio Coniglio per raccontare le incredibili vicende di Tangentopoli.
Dal 2016 è protagonista, sempre con Fabrizio Coniglio, dello spettacolo Il Testimone.