Artisti

Dario Vergassola

Si avvicina al mondo dello spettacolo partecipando a Professione Comico, manifestazione diretta da Giorgio Gaber, nella quale ottiene sia il premio del pubblico che quello della critica. Nel 1992 vince il Festival di Sanscemo con la canzone Mario (Marta), e lo stesso anno pubblica l’album Manovale gentiluomo contenente fra gli altri il brano Non me la danno mai (lamento dell’armonizzatore). Partecipa per la prima volta al Maurizio Costanzo Show, dove fra l’altro si esibisce in piedi su una sedia nella parte del canestro quando l’attore americano Gene Wilder riceve una lezione di pallacanestro dal pivot della nazionale italiana Stefania Passaro.

Inizia a girare per l’Italia con spettacoli teatrali come Bimbi belli (1993), rappresentato in collaborazione con il concittadino Stefano Nosei, La vita è un lampo (1994) e Recital per due, che lo vede sul palco insieme a David Riondino. Nel 1996 è coautore ed interprete dello spettacolo Tenera è la notte, in onda su Rai 2, e l’anno successivo partecipa al film tv Dio vede e provvede di Enrico Oldoini. A partire dal 1997 diventa ospite frequente del Maurizio Costanzo Show, e partecipa, come coautore, alla trasmissione Facciamo Cabaret e come ospite a Mai dire gol e a Quelli che il calcio.

Nel 1999 esce l’album Lunga vita ai pelandroni, tratto dall’omonimo spettacolo di cabaret, e l’anno dopo viene pubblicato con lo stesso titolo il libro relativo. Nel 2002 esce e diventa subito un successo editoriale Me la darebbe?, raccolta delle celebri e scabrose interviste realizzate nella trasmissione televisiva Zelig. Nel 2003 è fra i protagonisti della Serie TV Carabinieri (nel ruolo di “Pippo”, il proprietario del bar al centro del paese di Città della Pieve) e conduce con Federica Panicucci la trasmissione Bulldozer, dedicata ai nuovi comici. Sempre nello stesso anno esce anche il suo libro Me la darebbe? – Vol II.

Dopo una stagione (2004) trascorsa prevalentemente lavorando per la TV satellitare Sky, nel 2005 e nel 2006 si presenta al fianco di Serena Dandini nella conduzione della trasmissione di Rai 3 Parla con me in onda la domenica in seconda serata. Il suo ruolo è ancora una volta soprattutto quello di intervistatore: interviene al termine dell’intervista ufficiale condotta dalla Dandini e scherzosamente tocca tutti gli argomenti che l’intervistato di turno avrebbe volentieri evitato, senza disdegnare i soliti doppi sensi e riferimenti alla sfera sessuale tipici della sua comicità. Oltre a condurre o intervenire a molti programmi radiofonici, non trascura il cinema, partecipando in veste di protagonista a L’anima di Enrico di Stefano Saveriano, A Nuda proprietà vendesi di Enrico Oldoini e ad Affetti smarriti di Luca Manfredi, oltre che a Il mattino ha l’oro in bocca.