Spettacoli

Kalelov (Camminando)

di e con ANTONIA ARSLAN (voce narrante) e MASSIMO CARLOTTO (voce narrante)
e con MAURIZIO CAMARDI (sassofoni, duduk, flauti etnici), MAURO PALMAS (liuto cantabile), MAURIZIO REDEGOSO KHARITIAN (violino), ALESSANDRO FORESTI (organo portativo)

Testi di Antonia Arslan e Massimo Carlotto
Musiche di Maurizio Camardi e Mauro Palmas
Una produzione Gershwin Spettacoli
In collaborazione con Nairi Onlus e Casa di Cristallo

Un viaggio tra parole e musica da Marsiglia alle coste della Sardegna, da Venezia ai paesaggi dell’Armenia anatolica, lungo le rotte del Mediterraneo e oltre. Un viaggio nel tempo tra passato, presente e futuro che ci racconta storie di donne, uomini, luoghi reali e immaginari. In scena due scrittori e quattro musicisti con in comune la passione del racconto e l’amore per la cultura della propria terra. Ognuno di loro infatti ha segnato il proprio percorso artistico e la personale ricerca espressiva cercando tra le pieghe della propria appartenenza.
Se da un lato i racconti di Antonia Arslan hanno contribuito in maniera determinante in questi anni a farci conoscere la cultura armena e la poesia del suo popolo, dall’altro lato Carlotto ci ha incantato e a volte indignato con le sue storie noir ambientate tra Marsiglia, il Veneto e la Sardegna. E poi ancora i suoni, i sapori e i colori del Mediterraneo, sapientemente orchestrati per i sassofoni e il duduk di Maurizio Camardi e il liuto cantabile di Mauro Palmas, sono stati la “colonna sonora” di tante storie di palcoscenico. E non da ultimo l’attenzione alla musica sacra e le suggestioni della viola di Maurizio Redegoso Kharitian e dell’organo portativo di Alessandro Foresti costruiscono rotte sonore di rara spiritualit√†.

Galleria